Emotion/Repetition

Ignorando totalmente qualsiasi informazione su chi si celi dietro questo pseudonimo risulta impossibile rimanere impassibili all’ascolto delle otto tracce che scorrono nei solchi di questo vinile, Connie Capri e i suoi organi colpiscono ed entusiasmano, spaventano e piacciono, e questo basta e avanza. Tra ritmiche lineari ed essenziali vanno a incastonarsi rumori e melodie in una allegra e dirompente isteria creativa, uno scherzo sonoro che lascia i segni sull’ascoltatore come quei graffi che prima bruciano e poi prudono. Per tutti i quaranta minuti scarsi dell’album si resta invischiati tra le urla degli organi e i ritmi serrati, un ginepraio di musica acida e scattante che impone un elevato numero di ascolti. Il pregio di questo lavoro sta proprio qua, nella sua vitalità contagiosa, nella freschezza di alcune composizioni (gli otto minuti scattanti di First steps) contrapposte a momenti molto più ostici (Memento mori su tutte) che danno la giusta versatilità al disco. Complimenti quindi a Connie Capri, chiunque egli sia.
Daniele Guasco, Rocklab

Codice: wal098
Marzo, 2008
12inch LP
8
39