Phonometak Series #3

Ovo è un progetto di musica e vita . Ovo sono Stefania Pedretti  e Bruno Dorella. Abituati a seguire i rispettivi gruppi in tour, ma anche stanchi dei problemi che obbligano spesso tali gruppi a rinunciare a tour, concerti e registrazioni per esigenze di lavoro, studio o quantaltro, è sembrato ai nostri naturale formare un duo aperto ma autonomo, che abbia la possibilità di girare liberamente, con o senza l’aiuto di altri musicisti. Un progetto di vita dunque. L’ultima frontiera dell’autoproduzione, o più semplicemente il massimo grado di libertà, sia artistico-espressiva che logistica. Testimonianza ne siano i già numerosi concerti tenuti da Ovo nella loro breve esistenza, in Italia e all’estero. Lo spirito è proprio quello di suonare ovunque, senza particolari esigenze tecniche o economiche, solo per il piacere di farlo. La realizzazione di Assassine, il loro primo cd, ha richiesto 4 sessions diverse, una per ogni musicista ospite consistenti ciascuna di circa un’ora di totale improvvisazione distruttiva, destrutturazione metodica e citazionismo no wave. La scelta è poi caduta sui pezzi più folli e, per noi, sorprendenti. Nessuna sovrincisione, nessun mixaggio (tutte le sessions sono registrate su Dat), solo un po’ di editing per equiparare i volumi. Nel 2006 esce Miastenia per la statunitense Load Records

Sinistri with Xabier Iriondo: In passato erano Starfuckers, oggi Sinistri: chitarra, batteria ed elettronica, talvolta voce. Insieme dai tardi ’80, hanno creato nel tempo un sound unico, non riconducile a nessuno se non a loro; pochi, pochissimi gruppi possono vantare questo. Ritmi asimmetrici, riff minimali, improvvisazione che nasconde a fatica le radici di punk, black music ed classica contemporanea. La musica dei Sinistri nasce da un processo in evoluzione ed appare come un infinito ed inflessibile groove sincopato, che filtra, con una visione rock, tecniche ed elementi primordiali di funk, dub, free jazz, blues e musica concreta. In questo split i Sinistri sono affiancati in studio da Xabier Iriondo, patron di Sound Metak, alle prese con il Mahai Metak, strumento elettronico a corde ed elettronica da lui concepito e realizzato.

Codice: wal050
Phonometak Series
3
Settembre, 2007
6
24