The Mutant Affair

The Mutant Affair nasce dall'incontro fra il batterista André Arraiz-Rivas, il tastierista/vocalist dei R.U.N.I. Roberto Rizzo e il bassista Chet Martino (ex Pin Pin Sugar ora nei Ronin). L'album si basa sull'intreccio di una batteria che sfoggia muscoli e classe con un synth vagamente retrò e linee di basso ipertrofiche per dar vita ad un suono che mostra notevoli similitudini con i Trans AM. Proprio come la band di Washington DC, anche i Quasiviri riescono a clonare gli elementi più kitsch dell'hard rock e del synth pop per generare una creatura di carne e plastica, un androide con il volto di Gary Numan ed il corpo di Lemmy che pesta duro glorificando il culto della macchina. L'intro ridondante di Italia Forza recupera l'ironia del Devo National Anthem e già fa piena luce su quello che ci attende, aprendo la strada a tutta una serie di fughe elettriche in cui solo a tratti si intromettono le voci in coro, che in Superlando e The Roots of Mount Flea Anus celebrano l'epica del nonsense
Massimiliano Busti, Blow Up

Codice: wal118
Giugno, 2009
CD
8
47