Sinistri

1987
Bologna, Italy

Attivi fin dal 1987 hanno pubblicato quattro album che testimoniano la costante evoluzione della loro musica verso soluzioni sempre meno consuete; recensiti da tutte le più importanti riviste del settore -vedi su tutte la copertina a loro dedicata da Blow up e le recensioni su The Wire, Alternative Press, Magnet- sono tra i pochi gruppi italiani ad essere stimati e pubblicati all’estero: infrantumi (Lessness/Audioglobe 1998) è uscito in USA per la Drunken Fish di San Francisco (distribuzione Cargo in UK). Indefettibili propulsori di un rock & roll ametrico e irresoluto, dominato da groove asincroni e indeterminati, sostengono, presuntuosamente, che il rock abbia cessato di esistere nel 1975 quando Lou Reed pubblicò Metal Machine Music, per risorgere rinnovato solo ora con la pubblicazione di infrantumi. Consci comunque di aver abbattuto gli ultimi residuali parametri di quello che un tempo, a torto, era considerato musica, si occupano esclusivamente di ciò che la musica concretamente è: silenzio e ripetizione. Dal vivo si presentano come un irreprensibile trio: voce, chitarra, campionatore e batteria, potenziato dall’ausilio di dispositivi digitali e analogici. Per chi non crede che il rock serva ad intrattenere o consolare, per chi vuole ascoltare adesso quello che tutti suoneranno domani, per i più audaci, che credono che il rock possa avere una valenza politica e per quelli che vogliono anche solo poter dire "io c’ero!".
Lunita Laredo

Phonometak Series #3
Phonometak Series #3
wal050
Phonometak Series 3
10inch LP
Settembre, 2007
6 tracks
24 minuti

Artisti

2partiMOLLItremolanti 3tons 61 Winter's Hat A Short Apnea Agatha Almandino Quite Deluxe Anatrofobia Arrington De Dionyso Quartet Bachi da Pietra Bias! Black Engine Bologna Violenta Bron y Aur Bugo Bz Bz Ueu Cardosanto Claudio Rocchetti Dälek Damo Suzuki with Metak Network Damo Suzuki’s Network Dead Like Me Dogon Dune EAReNOW Eterea Postbong Band Fluorescent Pigs Four Gardens in One Fuzz Orchestra Gerda Germanotta Youth Gianni Gebbia Gianni Gebbia, Lukas Ligeti, Massimo Pupillo Gianni Mimmo & Xabier Iriondo Giovanni Succi Gli Ebrei HaveyousaidMakhno? Hell Demonio Hofame Hysm?Duo I Camillas Iceburn Il Lungo Addio Jasminshock Jealousy Party L'Enfance Rouge Larkin Grimm and Rosolina Mar Leg Leg Lukas Ligeti Lukas Ligeti & Joao Orecchia Madrigali Magri Makhno Maria Mesch Masche Massimo Pupillo Mats Gustafsson Mattia Coletti Meteor Microapocalypse Mir Miss Massive Snowflake MoE Mulu Old Time Relijun Oleo Strut On Fillmore One Dimensional Man Ovo Oxbow Paolo Angeli Paolo Cantù Permanent Fatal Error Plasma Expander Polvere Pupillo, Kazuhisa, Yoshigaki Quasiviri R.u.n.i. Rinunci a Satana? Rllrbll Rosolina Mar Satantango Scarnella Sedia Sinistri Sinistri & Xabier Iriondo Six Minute War Madness Squarcicatrici Starfuckers Surgical Beat Bros Talibam! Tangatamanu Taras Bul'ba Tasaday The Connie Capri Organ Chamber Orchestra The Hutchinson The Observatory The Pornography The Rambo The Shipwreck Bag Show Ultravixen Uncode Duello Uochi Toki Uomoman Uzrujan Various Artist Walter Prati & Evan Parker White Tornado X-Marillas X-Mary Xabier Iriondo Zu Zu & Xabier Iriondo [1] Kilo of Black Bondage