Cardosanto

1997
Savona, Italy

I Cardosanto nascono a metà anni '90 nella dimenticata provincia savonese. A suonare nella band sono Roberto Sassi (chitarra), Fulvio Giglio (basso), Dario Marinangeli (batteria) e Luca Pitti (voce). Nel 1997 debuttano con l'ep autoprodotto Cardosanto e cominciano a farsi strada nel complesso mondo della musica indipendente italiana di fine millennio.

Luca Pitti, però, durante il tour, decide di abbandonare la formazione, costringendo i tre rimasti ad una scelta difficile: trovare un sostituto o continuare come trio strumentale? Tra le due opzioni vince la seconda e, messi a punto i nuovi pezzi, la band torna in studio per mettere su disco Pneuma, ovvero quello che sarà l'alfa e l'omega di tutta la loro discografia.

L'album vede la luce nel 2000, viene acclamato fin da subito come uno dei migliori esordi dell'anno e permette al trio di intraprendere un lungo tour che li porterà in giro per tutta l'Italia. Nel 2002, però, l'ingranaggio si rompe in maniera definitiva: la formazione si scioglie e su di essa cala il silenzio più totale. L'unica flebile luce che, nel corso degli anni successivi, continuerà a pulsare è quella di Roberto Sassi, il quale, passando per MGZ & Le Signore (due dischi registrati con lui), gli Anatrofobia (due dischi usciti per Wallace Records) e per il progetto An Experiment In Navigation (un disco insieme a Xabier Iriondo), esce fuori dall'Italia e prosegue la sua carriera in Inghilterra (London Improvisers Orchestra, The Custodians, Snorkel, Vole, Forebrace).
Gli anni che ci separano da Pneuma ormai sono dodici, ma la fiamma che arde nel cuore dei tre musicisti, ancora forte e viva, li porta a rincontrarsi e a pensare ad un ritorno. E' successo ora e questa ristampa è solo l'inizio di un qualcosa che in realtà non è mai finito. Siete avvisati.

Pneuma
Pneuma
wal171
CD
Giugno, 2014
12 tracks
54 minuti

Artisti

2partiMOLLItremolanti 3tons 61 Winter's Hat A Short Apnea Agatha Almandino Quite Deluxe Anatrofobia Arrington De Dionyso Quartet Bachi da Pietra Bias! Black Engine Bologna Violenta Bron y Aur Bugo Bz Bz Ueu Cardosanto Claudio Rocchetti Dälek Damo Suzuki with Metak Network Damo Suzuki’s Network Dead Like Me Dogon Dune EAReNOW Eterea Postbong Band Fluorescent Pigs Four Gardens in One Fuzz Orchestra Gerda Germanotta Youth Gianni Gebbia Gianni Gebbia, Lukas Ligeti, Massimo Pupillo Gianni Mimmo & Xabier Iriondo Giovanni Succi Gli Ebrei HaveyousaidMakhno? Hell Demonio Hofame Hysm?Duo I Camillas Iceburn Il Lungo Addio Jasminshock Jealousy Party L'Enfance Rouge Larkin Grimm and Rosolina Mar Leg Leg Lukas Ligeti Lukas Ligeti & Joao Orecchia Madrigali Magri Makhno Maria Mesch Masche Massimo Pupillo Mats Gustafsson Mattia Coletti Meteor Microapocalypse Mir Miss Massive Snowflake MoE Mulu Old Time Relijun Oleo Strut On Fillmore One Dimensional Man Ovo Oxbow Paolo Angeli Paolo Cantù Permanent Fatal Error Plasma Expander Polvere Pupillo, Kazuhisa, Yoshigaki Quasiviri R.u.n.i. Rinunci a Satana? Rllrbll Rosolina Mar Satantango Scarnella Sedia Sinistri Sinistri & Xabier Iriondo Six Minute War Madness Squarcicatrici Starfuckers Surgical Beat Bros Talibam! Tangatamanu Taras Bul'ba Tasaday The Connie Capri Organ Chamber Orchestra The Hutchinson The Observatory The Pornography The Rambo The Shipwreck Bag Show Ultravixen Uncode Duello Uochi Toki Uomoman Uzrujan Various Artist Walter Prati & Evan Parker White Tornado X-Marillas X-Mary Xabier Iriondo Zu Zu & Xabier Iriondo [1] Kilo of Black Bondage